twitter facebook picasa youtube

Potere alla parola

Mi sono chiesta spesso nel corso degli anni se avessi fatto la scelta giusta. Tante volte in tanti ambiti diversi, ma soprattutto in quello universitario. Ma non era meglio fare economia? Adesso avrei un lavoro piu stabile e meglio remunerato. O forse architettura? Avrei fatto una carriera migliore. No, sarebbe stata meglio giurisprudenza, con tutte le possibilità e le applicazioni che ti offre. O ancora medicina, con la capacità che ho di asccoltare gli altri (dicono) sarei stata (forse) un’ottima psicoterapeuta. E se avessi fatto invece odontoiatria? Sarei molto piu ricca. Poi una sera ti metti a sentire Roberto Saviano che parla in tv e capisci che la scelta che hai fatto è stata la migliore che potessi fare. Capisci, anzi ti ricordi, perché l’hai fatta quella scelta: perché null’altro al mondo ti rende piu libera della conoscenza, perché niente ti apre la mente piu della lettura, perché la letterattura, la scrittura ti fanno diventare una persona migliore. Così come la bellezza. Ed è con le parole che generano la bellezza che si raggiunge la libertà. Perché attraverso il pensiero, il ragionamento, si arriva alla comprensione. Per questo gli scrittori, i giornalisti, i libri fanno tanta paura agli assetati di potere, a chi vuole sottomettere gli altri, a chi non vuole essere giudicato, a chi si crede al di sopra di tutto e di tutti, ai bugiardi, a chi usa la violenza come unica forma di comunicazione. E ti senti orgogliosa allora di aver scelto di studiare la letteratura, le lingue straniere, le parole: perché tutto questo ti arricchisce molto piu di qualsiasi parcella o prestazione ben pagata. Un grazie sentito a Roberto Saviano che attraverso i suoi racconti ci fa capire sempre che stiamo dalla parte giusta.

(12 novembre 2009)